Autore Topic: fari girevoli  (Letto 3918 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline vercesi

ml ci potreste spiegare con termini semplici il sistema dei fari girevoli della sm .lo avro sentito spiegare 1000 volte ,ma mi piacerebbe capire  bene come funziona . vorrei ripristinare bene i fari girevoli ,uno funziona e l altro no. attendo lumi e fotine esplicative
  

Offline DS20

Carissimo, provo a spiegarti il "mistero degli occhi";

L'obiettivo è semplice: mantenere la regolazione dei fari sempre nella posizione ottimale (mediante il sistema di correzione istantanea dell'altezza del fascio luminoso) e anticipare l'illuminazione, all'inizio di una curva, con un'azione maggiore all'interno di essa e minore verso l'esterno.

Ogni gruppo di tre fari è contenuto un una scatola nera. Le due scatole nere sono fissate tra loro da una barra di accoppiamento trasversale superiore e sono libere di ruotare intorno a due fulcri situati in basso ai due estremi (destro e sinistro). Un pistone idraulico le fa spostare in avanti inclinando verso il basso il raggio luminoso quando l'avantreno si solleva (in accelerazione) o quando il retrotreno si abbassa. Su ognuno dei due assali c'è un pistone che riceve la spinta, proveniente dalle barre anti rollio delle sospensioni, e che, a sua volta, spinge un apposito liquido nella tubazione (non deformabile) che raggiunge il pistone collegato alle scatole dei fari dove crea il movimento in antagonismo con una molla che agisce nel verso contrario. Un ammortizzatore idraulico, costituito da una scatoletta a forma di clessidra, contenente un liquido, smorza le oscillazioni indesiderate. Il liquido deve essere il più possibile stabile specialmente alle variazioni di temperatura (LHM o antigelo possono essere adatti).

I fari di profondità possono compiere una rotazione intorno al proprio asse verticale sotto la spinta di un pistone, collegato mediante una tubazione (non deformabile), ad un altro pistone che è azionato dal movimento della scatola guida. Anche in questo caso si usano molle antagoniste e la geometria particolare dei punti di attacco, determina il movimento necessario per garantire il particolare funzionamento (maggiore rotazione del faro interno alla curva).

Il sistema è particolarmente geniale ma a distanza di anni può creare qualche problema a causa dell'indurimento dei tubi e, soprattutto, degli interventi maldestri di chi interviene nella sostituzione della batteria sottostante o intorno alla scatola guida.

Prevenire è meglio che curare!

Visita il sito www.smclubitalia.info e scoprirai altre particolarità di Sua Maestà, complimenti comunque per la tua che è splendida  :)

Piérre Ciccoen
  

Offline vercesi

grazie pierre ,se stavo più vicino a te,ti venivo a rompere i maroni tutti i giorni fino al ripristino ,comunque gia adesso il quadro e più chiaro  . [cheers]
  

http://www.leboncoin.fr/equipement_auto/726700521.htm?ca=3_s#adview_advise

Ecco un esempio per risolvere definitivamente il problema .