Autore Topic: SM V8 ?  (Letto 6338 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline SCARABEO

  • Citro-passionné
  • ***
  • Post: 1135
    • http://www.citroen.page.tl
Ho trovato questa documentazione di cui ignoravo l'esistenza.
Ma è in francese:















  

Offline Bigmario

Avevo qualche vaga notizia della sua esistenza, ma non lo avevo mai visto così: è la fine del mondo!!!  [wowlove] [wowlove] [wowlove]

Grazie Scarab per le foto  [:kiss]
Citroenista da sempre... fra alti e bassi...
Le mie ultime (ex):
C2 1.6 VTS del 2005
C6 2.2 Hdi Pallas del 2008
C3 Picasso 1.6 Hdi Exclusive del 2011
C'è e sempre ci sarà... la mia DLuxe del 1970
  

Offline Martini

Era tutto esposto a Rétromobile un paio d'anni fa.  [:wave]
«Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.» W. Allen
  

Offline XMan

Era tutto esposto a Rétromobile un paio d'anni fa.  [:wave]

Se ne sai qualcosa potresti dare ulteriori informazioni PF? Io non capisco cosa ci sia scritto.
 [:prosit] [:hello]
XMan
XM2.5TRD \Exclusive\"98     C5 VSX 2.2 HDI \Automatic\"02
  

Offline sterob

  • Citro-passionné
  • ***
  • Post: 1221
Dunque, è un motore di oltre 4 litri, l'unico prototipo che è partito dal V6 originario aggiungendo due cilindri, questo alla fine è tutt'altro motore e trasforma la Sm in una vera bestia.










Qui alcune notizie in più.
http://www.daunatclassique.com/IMG/pdf/-OCTANE-_SM_V8_ISSUE_92_-02-2011-.pdf

Spero vi basti.
« Ultima modifica: 16 Marzo 2012, 09:08:29 da sterob »
Citroen Sm 2,7 carburatori 1972
Citroen Xm 2,0i 1990
  

Offline cristiano

Secondo me non andò esattamente così, ovvero Alfieri partì dal V8 per ricavarne il V6 per Citroen SM, visti i tempi stretti di realizzazione chiesti da Citroen.
Il V6 così ottenuto venne montato su una Quattroporte e fatto provare alla delegazione Citroen giunta a Modena per l'occasione.
L'architettura V6 infatti é a 90° (tipica del V8) e a 60° che é l'apertura più corretta per il sei cilindri (vedasi i sei cilindri Lancia dell'Aurelia-Flaminia e poi Alfa Romeo by Giuseppe Busso comparso per la prima volta sull'Alfa 6 del 1979, ma risalente ad alcuni anni prima).
Penso che da quel V6 Maserati sono poi derivati i motori della serie Biturbo e forse anche il PRV, visto che pure quest'ultimo risultava non perfettamente equilibrato, essendo pure a V di 90° (adottato da un sacco di grosse auto del periodo, Peugeot, Renault, Volvo, Lancia Thema prima serie, Citroen XM). Se non ricordo male, la Renault apporto una modifica nella versione 2.5 Turbo per migliorare l'equilibratura, adottando perni di manovella sfalsati.
Sarebbe bello saperne di più su questi motori Maserati e relative evoluzioni. Esistono altri documenti ufficiali in merito?
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline cristiano

In aggiunta e per non essere frainteso: Alfieri dal V8 della Quattroporte derivò il V6 (togliendo due cilindri e mantenendo la V di 90°), poi non metto in dubbio che dal V6 SM Alfieri derivò un V8 (quello andò per un breve periodo nella SM rossa in questione), ma allora mi chiedo se non valeva la pena riprendere il V8 Quattroporte da mettere sulla Quattroporte II. 
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline haiede

............anche nelle biturbo la sigla motore è C114xxx.........quindi è sopravissuto fino ad almeno tutto il 1992 con aggiornamenti vari ed iniezione modificata negli anni.
Si diceva allora (non che io ci fossi ma ho letto cosi......) che si era dovuto riadattare in gran fretta (circa 8 mesi) il V8 Maserati per far rientrare il complesso motore/cambio nel cofanone SM ............. ed in effetti guardando bene, si ha l'impressione che tutto sia posticcio e messo dove ci stava senza particolari studi di accessibilità ed anche di corretto funzionamento...............

Il PRV costruito nelle fabbriche di Douvrin (dove si fabbricava anche il 1995 R20/R30/FUEGO/CX 20 ed il 2.2 e 2.5 nelle varie versioni a benzina,PEUGEOT 505 2 lt e 2.2 lt e anche il diffusissimo 2068 diesel Renault ) era appunto in origine 2.7 come il Maserati con distribuzione a catena, in rare edizioni divenne anche con testata a 24 valvole ................... magari le linee di lavorazione erano le stesse e per ridurre gli investimenti si mantenne l'attrezzeria quanto più simile a quella che produceva il C114.............ipotesi ehh

 [:hello]
Dodo
  

Offline cristiano

...anch'io a quell'epoca non c'ero, beninteso, e se anche ci fossi stato non mi avrebbero certo invitato alla prova modenese eh eh eh.
Non so se tutti quei motori venivano in effetti prodotti a Douvrin, mi pare che le vecchie cose motoristiche Citroen (o solo i cambi?) venissero da Nanterre.
Mentre il frutto delle nuove alleanze si concretizzarono nella societé francaise de mecanique, ovvero il 1995 a benzina e il V6 a benzina, motori comuni a molte auto francesi e non solo. Anche il 2068 Renault tutto in lega?   
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline Martini

Il V8 "segato" per ricavare il V6 della SM era quello della Indy. Ad Aflieri furono dati due diversi diktat: avere un motore pronto per i test in SEI MESI e farlo combaciare con gli attacchi del motore DS, intesi come cambio e sospensione motore.

Dal progetto S doveva derivare anche l'erede della DS che era sostanzialmente una SM a quattro porte+portellone, per quella vettura erano previsti TRE diversi motori: il 2175 ad iniezione, il V6 Maserati di tre litri sempre ad inizione e, per la versione top, un tri-rotore Wankel, lo stesso che ha poi mosso l'elicottero Citroën.

Poi la storia andò in una maniera piuttosto diversa e, colla chiusura della linea di montaggio dell'SM, la vendita di Maserati e delle lincenze del fallimentare Wankel, il ruolo di erede della DS fu scaricato sulla CX.
Del resto, nel 1975 la velocità non era più un argomento di vendita così determinante e tutto pareva andare verso obiettivi di modesta sobrietà. La crisi, ragazzi, la crisi...
«Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.» W. Allen
  

Offline manug75

  • Commissione Tecnica
  • Citro-passionné
  • *
  • Post: 541
  • Nome: Emanuele
A me risulta che i V6 PRV non fossero granché come motori ... :(
Come si spiega allora la loro origine nobile origine Maserati?
 [A:spa]
  

Offline lorenzos

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 135
il PRV non ha niente a che fare colla maserati, tutt'altro progetto e tutt'altra nascita
Maserati Biturbo 4.18v 1991
Honda Accord Aerodeck efi 1987
già citroen 2c-Diana-Visa
  

Offline haiede

Infatti...........però casualmente le misure di lavorazione si somigliano tantissimo: è per questo che mi è venuta l'idea che si fossero riutilizzate parte delle attrezzature produttive esistenti..........è una idea e magari anche sbagliata.............Enciclopedico tu che tutto sai e leggi.........pronuciati.............
 [:hello]
Dodo
  

Offline cristiano

Io penso che per il PRV si siano ispirati al V6 Maserati, soprattutto nel disegno del manovellismo con architettura insolita a V di 90°, recuperando in parte gli studi già affrontati e mettendoci poi una testata meno sportiva (non ricordo se a 1 o 2 alberi a camme per bancata), poi evoluta nella versione a 24V.
Non so se strutturalmente e per le fusioni é lo stesso motore.
Quanto ai macchinari per le lavorazioni, dubito che siano stati sfruttati in Francia, anche perché poi servirono a Modena per produrre i motori della serie Biturbo, mentre le carrozzerie della Biturbo venivano prodotte a Lambrate, con assemblaggio del tutto non mi ricordo se a Modena o a Lambrate.
Il motore della Biturbo naque 2000 con 180CV, ma ci fu anche la versione 2500 e 2800, fino allo strepitoso 2000 della Ghibli da 305 CV.
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline vercesi

pero il motore della sm non nasce dal v8 maserati eliminando due cilindri, ma da un progetto nuovo specifico per citroen.almeno cosi sostienearmand thibault nel suo libro sulla sm .invece jan p norbie nel suo tomo sullo stesso argomento accredita  la versione che, avec un tronconneuse, alfieri ottiene il c 114.chi ha ragione booh. [firehell]