Il forum del RIASC

SEZIONE X: Citroën "moderne" => Questioni GENERALI => Topic aperto da: fmiglius - 28 Aprile 2020, 19:36:42

Titolo: Citroën: dalla 2CV alla Ami
Inserito da: fmiglius - 28 Aprile 2020, 19:36:42


https://www.alvolante.it/news/citroen-dalla-2cv-alla-ami-368452?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=nu-20200426
Titolo: Re:Citroën: dalla 2CV alla Ami
Inserito da: XMan - 28 Aprile 2020, 19:50:04
Dire che fa schifo in tutto, mi sembra di fare ancora un complimento!
Perchè poi devono riprendere nomi del passato, quanto potrebbero spararne fuori di nuovi e senza andare a fare paragoni, paragoni dove poi i nuovi modelli perdono sempre, almeno fino ad oggi.
 [:prosit] [:hello]
XMan
Titolo: Re:Citroën: dalla 2CV alla Ami
Inserito da: mauro63 - 29 Aprile 2020, 11:36:17

 Un vero e proprio gabinetto con due assali e quattro ruote sotto ...  [A:thu]  [A:thu] .
 Pure il colore esterno ricorda i cessi "High Tech" che ho avuto modo di vedere in Baviera / Germania .

 Ciao e buona giornata a tutti.
 
 Mauro F.   [:hello]
Titolo: Re:Citroën: dalla 2CV alla Ami
Inserito da: RicDyane - 30 Aprile 2020, 09:11:01
Bah... come detto da qualcuno la gamma di macchine elettriche serve ai costruttori per evitare multe salatissime (ora ancor più ridicole)... Non possiamo credere che davvero qualche analisi di mercato abbia potuto stabilire che questo "prodotto" goda di un potenziale appeal tale per cui sia giustificabile introdurlo in gamma.
Si tratta di un prodotto per altro per nulla innovativo, quindi non ritorno a ripetere lo sdegno per la stampa automobilistica nostrana, che continua a propinarci questi articoli "spazzatura", confezionati ad ok da un quantomeno maldestro comparto marketing. La 2cv, si sembrava brutta, ma aveva delle soluzioni e delle caratteristiche decisamente innovative.

Concludo dicendo che allora, la 2cv donava al suo fruitore la "libertà" e un modo assolutamente inedito e, fino ad allora, prerogativa di chi aveva un certo portafoglio, di spostarsi nel mondo.

Oggi quella sottospecie di automobile, po' casomai sopperire alla "povertà" della gente che NON ha altra alternativa se non piccoli spostamenti, per altro con ridottissime capacità di carico (di merce e di persone). E' insomma, tranquillamente, paragonabile ad una auto di regime (assumendo che questo oramai sia un REGIME, in cui vengono stabilite regole universali e a cui tutti debbono sottostare).
Titolo: Re:Citroën: dalla 2CV alla Ami
Inserito da: robyazz - 30 Aprile 2020, 09:15:59
Ma non ne avevamo già parlato ?