Autore Topic: olio hpx, qualcuno l'ha provato sulla gs??  (Letto 26612 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline nissino

Allora per il rodaggio, penso mettere un olio un po' piu fluido dell'attuale 20W50. Faro' il primo tagliando dopo soltanto 0 km di strada percorso [madsanta]

Parlando di marche, la marca che viene riportata sui libretti, si tratta prevalentemente del frutto di un accordo commercialo stipulato tra costruttori di veicoli e produttori di olio motore, questo non significa che una macchina con un olio di un'altra marca non vada bene.

Non proprio vero per le prime prime GS. Si spaccava molto velocemente gli alberi a camme proprio per l'uso di un olio di marca "sbagliata". Ora non piu un problema penso, ma nel 1970 era meglio mettere la Tutal invece di qualsiasi altra marca. Vero anche che il problema di base era la finitura / la qualita' del materiale delle camme.

  

Offline francygalle

il motore gira meglio con l'olio pulito, è un concetto molto semplice dopotutto, no?
Trucchetto: se si sta attenti alle offerte del supermercato si può portare a casa un olio di qualità(di marca intendo eh!)
Pienamente d'accordo, faccio anch'io così  ;)

le specifiche API – ACEA. Le specifiche sono molto importanti perché stabiliscono dei requisiti minimi che il lubrificante deve possedere per essere idoneo al motore nel quale viene impiegato.
Sul libretto U&M viene indicata una o più specifiche di riferimento. Questo significa che per quel tipo di motore occorre un lubrificante con specifiche uguali o superiori a quella indicata ma mai minori

D'accordo anche su questo, credevo di essere l'unico a prendere in considerazione queste specifiche..
Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 163cv Executive / Citroën C4 1.6 16v Elegance 5p / Citroën Xantia 2.0 HDi Activa
  

Offline francygalle

una nota simpatica circa lì'uso di questo prodotto
un tale che lo versa nel motore dell'utilitaria (una bella macchinetta nuova e bentenuta) dell'ignara ragazza.
un paio di giorni lei fa notare che la macchina non va bene è "troppo liscia" ma sbanda in curva.
escono insieme per provare la macchina, guida lei.
arrivati ad una rotonda alla fine di un breve rettilineo, la ragazza lascia il gas e la macchna decelera solo minimamente, arrivando un pochino troppo briosa in curva e scomponendosi vistosamente di retrotreno.
alchè lei dice: due giorni fa non faceva così, dev'essere successo qualcosa, io guido sempre allo stesso modo e vado sempre alla stessa velocità nel rettilineo (senza sapere che l'additivazione aveva ridotto sensibilmente il freno motore)
vi lascio immaginare la faccia ed i commenti del ragazzo...  ;D

Ho pensato a questo divertente aneddoto: a me pare un tantino esagerato.
Direi che il freno motore è più dovuto alla compressione del motore che all'attrito delle parti in movimento.
 
Per esempio, prova a spingere una macchina spenta e con una marcia inserita.
Smonta tutte le candele e poi riprova a spingerla.....
Così si che c'è una bella differenza!  [A:D]

Poi è possibile che vi siano additivi in grado di ridurre gli attriti, ma dubito che sia possibile sentire le differenze in modo così evidente. Boh... E' una mia idea che deriva anche dal fatto che ho provato il sintoflon ET e non ho notato nulla di eclatante :-[
Forse avrei dovuto fare anche il successivo trattamento (protector) dopo il cambio olio raccomandato nelle istruzioni dell'ET, ma visto che non ho notato nulla ha vinto la mia perplessita rispetto alla fiducia/curiosità (visto anche il costo non proprio contenuto di questi prodotti).
Ho notato invece un leggero miglioramento al cambio, trattato col Sintoflon gear lube: gli innesti marce sono più dolci.

[:wave]
Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 163cv Executive / Citroën C4 1.6 16v Elegance 5p / Citroën Xantia 2.0 HDi Activa
  

Offline francygalle

Faccio una sola postilla: alcuni motori contemporanei, strano ma vero, richiedono cambi olio molto frequenti e con olio solo sintetico 0W40. Sono quei motori che per peculiarità o errore di progettazione sono soggetti al c.d. fenomeno dell' Oil Sludge, o morchia.

Interessante questa cosa. Mi ricorda la "mayonnaise" che si formava regolarmente nel condotto di riempimento olio del BX 1600.....

C'è anche un'altro fenomeno che si presenta su alcuni motori moderni, in particolare su alcuni diesel con filtro antiparticolato. Le post iniezioni necessarie per la rigenerazione del filtro possono causare alla lunga una diluizione dell'olio, riducendone ovviamente l'efficacia. Mi pare che questo difetto sia comparso sulle Mazda (motore PSA??).. Poi non ne ho più sentito parlare...

 [:wave]
Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 163cv Executive / Citroën C4 1.6 16v Elegance 5p / Citroën Xantia 2.0 HDi Activa
  

Offline Frank65

Faccio una sola postilla: alcuni motori contemporanei, strano ma vero, richiedono cambi olio molto frequenti e con olio solo sintetico 0W40. Sono quei motori che per peculiarità o errore di progettazione sono soggetti al c.d. fenomeno dell' Oil Sludge, o morchia.

Interessante questa cosa. Mi ricorda la "mayonnaise" che si formava regolarmente nel condotto di riempimento olio del BX 1600.....



La 'mayonnaise'  è in realtà effetto della condensa;  la morchia si forma nel circuito di lubrificazione; quando la scorsa
estate ho sostituito l'olio sulla mia BX 1600  (olio di 5 anni e 20000 km)  non c'era traccia di morchia. Sempre riguardo
alla 'mayonnaise' su un sito inglese avevo letto che l'uso di olio sintetico evitava che si formasse; sulla mia BX ha smesso
completamente di formarsi quando quest'autunno ho eliminato il ricircolo dei vapori olio .......

Ciao

Frank
92' BX 1600           Athena         (197.500 Km)  in pausa stagionale ....
95' ZX 1400 Break Avantage       (302.000 Km)
  

Offline francygalle

Certo, era una battuta. Sul BX 16 la mayonnaise non indicava nessun problema particolare... Faceva solo un po' di paura a prima vista...

 [:wave]
Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 163cv Executive / Citroën C4 1.6 16v Elegance 5p / Citroën Xantia 2.0 HDi Activa
  

Offline Fedeesse


Poi è possibile che vi siano additivi in grado di ridurre gli attriti, ma dubito che sia possibile sentire le differenze in modo così evidente. Boh... E' una mia idea che deriva anche dal fatto che ho provato il sintoflon ET e non ho notato nulla di eclatante :-[
Forse avrei dovuto fare anche il successivo trattamento (protector) dopo il cambio olio raccomandato nelle istruzioni dell'ET, ma visto che non ho notato nulla ha vinto la mia perplessita rispetto alla fiducia/curiosità (visto anche il costo non proprio contenuto di questi prodotti).
Ho notato invece un leggero miglioramento al cambio, trattato col Sintoflon gear lube: gli innesti marce sono più dolci.

[:wave]

si è cosi, col primo trattamento "prepari il campo" e pulisci tutto ma che fa la differenza è il secondo, che tu non hai fatto  ;) logico che non hai notato grandi miglioramenti... [madsanta]
  

Offline francygalle

si è cosi, col primo trattamento "prepari il campo" e pulisci tutto ma che fa la differenza è il secondo, che tu non hai fatto  ;) logico che non hai notato grandi miglioramenti... [madsanta]

Può essere, però a sentir loro il sintoflon ET pulisce il motore ma deposita anche un film di PTFE che doveva dare segni evidenti di miglioramento che non ho notato nè in fluidità di funzionamento, nè in riduzione dei consumi.
L'ET non è solo un pre trattamento. Doveva migliorare da subito la situazione e nei successivi km prima del cambio olio (fatto 5000 km dopo) non ho notato nulla.
( http://www.sintoflon.com/prodotti/1/  )

Mi aspettavo di più anche dal Gear Lube. Ha migliorato gli innesti marce, ma nulla di eclatante.
Avevo ottenuto risultati molto più evidenti sulla ZX con un ben più economico additivo Wynn's H.P.L.S. Transmission treatment (anche se il confronto è molto spannometrico in quanto fatto su due cambi diversi)

 [:wave]
Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 163cv Executive / Citroën C4 1.6 16v Elegance 5p / Citroën Xantia 2.0 HDi Activa
  

Offline thewizardofwiz

paura degli olii, eh?
tranuilli, tranquilli

@ velvet
ottimo complemento
c'è da puntualizzare che il fenomeno dell'oil sludge è conosciutissimo anche in campo industriale
il fenomeno trova la sua ragione non solo nelle (giuste) cause da te citate, ma sopratutto nella presenza di zone fredde e/o di ristagno dell'olio, il quale agglomera e deposita ogni tipo di particelle sospensione che invece sono normalmente veicolata in esso, e mantenute ben distaccate da appositi addittivi antiagglomeranti e disperdenti.
alcuni motori con certi oii soffrono particolarmente di questo fenomeno in condizioni di uso NON intensivo, ecco il perchè di certe specifiche "strane" su motori di nuovissima concezione
fortunatamente il gruppo PSA è fuori dalla cerchia



@fedeesse
l'olio lubrificante chiuso nel contenitore vergine NON SCADE MAI, il minerale si deteriora lentamente a contatto con l'aria (ma occorrono almeno cinque anni per metterlo KO)

diffidate degli acquisti presso certe distribuzioni, c'è una denuncia in corso per una partita di olio AGIP rinvenuta presso la XXXXXXXXXXX che non ruisulta essere mai stata prodotta; ed un'altra denuncia per XXXXXX accusato di vendere sottocosto prodotti per i quali non era stato concessa alcuna agevolazione di acquisto nè concordata una strategia di vendita; per non parlare di olii che non sono quello che l'etichetta dichiara... isnomma Made-in-Forcella, Naples ;D o peggio...

la DS necessitava di cambio olio ogni 8-10000km .. ma stiamo parlando di olii prodotti 60 anni fa!!

per la C5 Hdi il cambio a 12mika è un suicidio economico nonchè una mazzata al motore (produzione di morchie e lacche che si formano e si depositano dovunque, rinnovata presenza ad ogni cambio olio)

le viscosità raccomandate o consigliate sono MOLTO tolleranti(se riuscissi ainserire le immagin, mannaggia a me...) sicuramente la scelta più oculata migliorerà l'efficienza del motore e ne prolungherà la vita utile, spesso con risparmio di manutenzione e positive ripercussioni economiche

le specifiche degli attuali lubrificanti sono MOLTO superiori alle reali esigenze dei motori comunemente impiegati per autotrazione nelle "normali" condizioni di uso
sul libretto U&M è indicata UNA specifica, con tutte le equivalenze commercialmente disponibili al momento dell'uscita del veicolo/motore
scegliendo il lubrificante più opportuno che soddisfi la minima specifica richiesta, siamo SICURI del nostro operato     

il SINT nelle varie versioni è il lubrificante con il potere antigrippante più alto in assoluto (vale 3 volte la media del resto del mercato con punte di 5volte) le altre caratteristiche lo rendono comunque un olio pregiato, seppur di reperibilità ed uso comune



@ nissino
se l'albero a camme nasce con al nitrurazione o la cementazione sbagliata, non c'è olio che lo salvi da (grave)usura precoce o rottura. Mercedes e Kawasaki ne sanno più di qualcosa a questo (triste)riguardo....



@francigalle

il buffo episodio occorso alla coppia di conoscenti ha una spiegazione diversa: l'adittivo riduce così tanto l'attrito che il freno motore risulta diminuito per una lunga serie di motivi, ed al comntempo viene aumentata la scorrevolezza di tutte le parti in movimento
l'ho provato su altre macchine con gli stessi effetti, più o meno evidenti
nei primissimi momenti d'uso l'effetto ha un che di magico, poi si assesta su livelli meno eclatantii, o forse ci si bitua a certe variazioni (non saprei)
sulla Xantia ricordo con sgomento le prime frenate dopo averlo aggiunto all'LHM, con il pedale del freno incredibilmente morbido che sembrava sprofondare nel nulla, lo sterzo così leggero che ricordava la DS (ero tentato di svuotare l'impianto nel timore di danneggiare qualcosa)



@frank65
la "maionnaise" è semplicemente condensa di olio ed acqua emulsionati, dovuta alla bassa temperatura di esercizio dell'olio nell'uso che mediamente si fa del veicolo: dopo una tirata in autostrada o in montagna sparisce tutto, per ripresentarsi nell'uso con bassi carichi.




 [:wave]
saluti lubrici
Fabio


 

  

Offline Fedeesse

ciao, vallo a dire a LEDDE che con la xantia ha fatto quasi 700.000km cambiando l'olio ogni 10.000km se fa male cambiare l'olio spesso. mi ha detto che a 600.000km quando ha aperto il motore per darci una guardata(si era rotto il cambio e ne ha approfittato) il motore era pulitissimo, non c'era morchia ne rigature, la allappatura era di ottima qualità...e di sicuro se cambiava l'olio ogni 30.000 forse quel kilometraggio non lo percorreva neanche...
 :D
PS: sulla C5 il cambio dato dalla fabbrica è a 15.000, farlo a 12-13 MALE NON LE FA DI SICURO! [zzzzzz] [:wave]
  

Offline thewizardofwiz

ciao, vallo a dire a LEDDE che con la xantia ha fatto quasi 700.000km cambiando l'olio ogni 10.000km se fa male cambiare l'olio spesso. mi ha detto che a 600.000km quando ha aperto il motore per darci una guardata(si era rotto il cambio e ne ha approfittato) il motore era pulitissimo, non c'era morchia ne rigature, la allappatura era di ottima qualità...e di sicuro se cambiava l'olio ogni 30.000 forse quel kilometraggio non lo percorreva neanche...
quando ho rottamento la BX con 400mila km e cambio olio a 30-35mila mi sono divertito a togliere qualche pezzo per esaminarlo
tolta la coppa dell'olio ed il coperchio punterie (entrambi pulitissimi) ho misurato le camme, poi ho smontato la testa ed una biella
risultato?
nessun deposito/morchia/lacca.
le dimensioni erano in tolleranza di fabbricazione, pistone con minimi depositi di lacche nelle gole delle fasce (è il problema più grave), fasce intere e (ben)consumate regolarmente, mantello appena affumicato con i rilievi originali appena accennati ma ancora visibili, camicie con uttature ancora visibili, pochi depositi sul cielo (grazie all'olio di girasole ed acetone, più qualche "tirata" e sporadico doping con nitrometano) solo l'ovalizzazione in prossimità della battuta al PMS era appena fuori tolleranza sia come dimensioni assolute che come ovalizzazione, con uno scalino ben visibile (circa mezzo millimetro)
pompa AP ancora originale, dimensionalmente i pistoni erano come nuovi e la tenuta quasi perfetta (e me la volevano cambiare! invece era il ripartitore di pressione KO)
la turbina avrebbe necessitato a breve della seconda revisione (la prima a 140mila in occasione del blocco in chiusura della palettina parzializzatrice)
 ;)




Citazione
PS: sulla C5 il cambio dato dalla fabbrica è a 15.000, farlo a 12-13 MALE NON LE FA DI SICURO! [zzzzzz] [:wave]
una C5 in mano mia vedrebbe olio nuovo ogni 30mila km, non prima


 [:wave]
Fabio
« Ultima modifica: 15 Gennaio 2009, 11:03:51 da thewizardofwiz »
  

Offline amontin

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 257
Giuro mi sono perso tra le discussioni di questo topic
Comunque io posso dire di aver percorso 112.000 Km con Total GTS (se non sbaglio) e i successivi 133.000 con Fiat HPX. Francamente non ho notato vantaggi particolari, forse (e dico forse) la fumosità si era ridotta, ma probabilmente si trattava di un effetto placebo.

Ciao
 
  

iamback

  • Visitatore
Sono passati diversi anni dall'ultima risposta a questa discussione, ma non mi sembra il caso di iniziarne una nuova e perdere quanto scritto fino ad ora.

Stavo guardando un pò le schede tecniche dei vari olii per la GS, per confrontarle, ma un dubbio dopo quanto letto mi assale...ero certo su cosa mettere, ma ora??

Di sicuro minerale, per la tipologia e l'anzianità del motore. Come gradazione, ormai un 15W50 o un 20W50 ma...il manuale mi riporta al 15W40.

  

Offline Fedeesse

Ciao, in origine a memoria la Citroen consigliava il Total Altigrade GT 20w40 opure il GTS 20w50 (consigliato anche per la DS).
Solo nei paesi freddi(scandinavia e nord america) consigliavano il 10w30.
stando a questo direi che sulla gs un qualsiasi Olio 20w40 o 20w50 di qualità può andare bene.
io, nella mia GS pallas 1.2 del '79, mettevo il Total quartz 5000 minerale high performance 20w50.
 [:hello]
  

iamback

  • Visitatore
Anche io mi ricordavo qualcosa del genere, ma il manuale originale per l'anno 79 consiglia il Total GTS 15W50 e, come hai detto te in regioni molto fredde, il 10W30.

Ecco perchè la mia domanda...  [A:spa]