Autore Topic: climatizzatore e ventole rafrreddamento  (Letto 346 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline borins

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 10
  • Nome: sergio
Buonasera, sulla mia XM 2,5TD idrattiva ll , dopo aver eseguito diversi lavori di ripristino, di cui, fatto revisionare  idroguida, sostituito tutte le sfere, sostituito radiatore  raffreddamento liquido motore, revisionato iniettori e pompa iniezione, cinghia distribuzione, ricarica climatizzatore, mi sono accorto che  rimane accesa la spia dell'autodiagnosi, non  funziona l'inserzione del compressore clima ( non  arriva tensione) inoltre non funzionano le due ventole del radiatore.
 Da dove posso iniziare a controllare e che cosa?
Grazie
Sergio
  

Offline rouge

ciao, di che hanno è la XM?

non saprei se vale anche per le XM, ma sulle Xantia un problema simile era causato dal blocchetto di accensione Neimann che con gli anni subiva la "cottura" dei contatti elettrici interni.

la soluzione era di sostituire il blocchetto di accessione oppure (meglio) di bypassare il blocchetto (evitando cosi di dover cambiare blocchetto e chiavi)


io, basandomi sull'esperienza di altri(mi pare da un forum francese) , sulla mia Xantia Activa avevo scollegato due crossi fili che andavano al blocchetto e ci avevo piazzato un relé fari per simulare il lavoro che prima faceva il blocchetto, cioè dare corrente al compressore del clima(e ad altri servizi) solo quando la chiave è girata/motore acceso.


ne avevo anche parlato in qualche discussione qui sul forum, ma non ricordo quale/quali.

comunque se individui un connettore con due grossi fili che vanno al blocchetto(nella Nantia era sotto il piantone dello sterzo/zona ginocchia del guidatore, se non ricordo male), puoi provare a scollegarlo e fare ponte con un pezzo di cavo tra i due contatti del connettore lato macchina(non lato blocchetto).  oddio , funzionerebbe anche senza scollegare nulla facendo direttamente ponte sul connettore.

sempre che lo schema elettrico/problema sia simile a quello delle Xantia(ma vista la contemporaneità dei modelli, è probabile.


se hai domande/bisogno di consigli, chiedi pure ;-)
C6 3.0 V6 biturbo HDi Exclusive nafta
C5 3.0 V6 benzina 24v - berlina prima serie (Ph1)
Xantia Activa 2.0 Turbo Ct Benzina ph1 '95
Ex Bx 19 4x4 berlina , '89
Ex Citroen Axel 1.1 , '84 (made by Oltcit-Citroen, Romania)
Ex Citroen Ami8 Break
Ex Dyane
  

Offline paw999

Ciao, le Xm fortunatamente non soffrono del problema legato al blocchetto di avviamento, lo schema è diverso. In questo caso, i sintomi mi dicono che devi controllare la scatola "Bitron" che si trova sotto il cassetto del portaoggetti e che presiede a tutte quelle funzioni che hai elencato. Dai un'occhiata anche ai relè che stanno sopra il fanale lato guida.  Ovviamente verifica che i fusibili siano buoni. Per fare un buon lavoro però ti occorrerebbe lo schema. Se mi dici esattamente la versione della tua XM e il n. OPR ti trovo lo schema giusto.  [:wave]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline borins

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 10
  • Nome: sergio
Buongiorno Paolo, dopo un poco  di tempo riprendo in mano il problema dell'XM, ho letto la risposta al quesito, grazie,
il numero di telaio è : VF7Y4NZ0000BZ8400. dal certificato di origine, in mio possesso, risulta costruita in data 11/12/1996.
Su uno schema che ho recuperato in rete vedo che ce un consenso da parte di un pressostato sul circuito del gas, con un numeretto775 (vicino al filtro gas), ho staccato il connettore e mi trovo 4 fili, due di colore verde più grossi e due sottili rispettivamente uno rosso ed uno bianco o giallino.
ho fatto un ponte tra i due verdi ed il compressore parte.
quindi presumo che il problema sia il pressostato ma gli altri due fili a cosa servono? e per sostituire il pressostato bisogna recuperare il gas? e trovero il ricambio ? ( rifatto anche ricarica quado mi ero accorto che non raffreddava)
Sul primo post avevo scritto che non funzionavano  le due ventole del radiatore, da un ricontrollo, le ventole, quado avvio il motore,  funzionano a bassa velocità.
Nuovamente grazie a chi mi potrà dare consigli.
  

Offline cristiano

E' un pressostato a due vie, cioè taglia il clima per pressione troppo bassa o troppo alta nel circuito. Sicuro che la carica clima sia corretta o che non ci siano perdite? Il pannello clima in auto è operativo nel display e nei tasti e il fusibile nella scatola dietro il faro ant.sx e' a posto?
« Ultima modifica: 24 Luglio 2021, 07:57:16 da cristiano »
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline borins

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 10
  • Nome: sergio
non sono sicuro al cento per cento che la pressione sia corretta, ma quando mi sono accorto che non raffreddava ho fatto fare il controllo con recupero dl gas, rifatto vuoto e ricarica, quindi penso che i parametri siano ok. il pannello di controllo funziona in quanto dallo stesso, staccando il connettore dal pressostato e ponticellando i due fili che intercettano il contatto del relè 822 A/C cutoff, si riesce ad attivare e disattivare il compressore.
no so la funzione degli altri due fili
  

Offline borins

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 10
  • Nome: sergio
  

Offline cristiano

Non sono tanto i fusibili a creare problemi, quanto i contatti nella scatola in cui vanno a inserirsi i fusibili. Ma se a motore acceso il display in plancia clima funziona e i vari tasti idem (compreso quello che aziona il compressore), allora ok. Di pressostati ce ne sono a due, tre o quattro fili e questo inibisce il funzionamento per pressione in circuito troppo bassa o troppo alta.
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline paw999

Ciao, quel pressostato ha diversi fili perchè all'interno ha più di un contatto. Per non farla troppo lunga te li riassumo così:

1) pressione troppo bassa: nel pressostato i contatti rimangono aperti così da non dare il consenso per l'attivazione del compressore che, lavorando in assenza di gas o con una quantità veramente troppo esigua dello stesso, si rovinerebbe;

2) pressione corretta: il pressostato chiude il contatto e fa partire le ventole in bassa velocità ed il compressore, l'impianto funziona regolarmente;

3) pressione elevata: si chiude un ulteriore contatto che, pur mantenendo attivo il compressore e quindi l'impianto in funzione, commuta le ventole allo stato di velocità massima (si verifica quando la temperatura esterna è veramente torrida e la vettura è ferma col motore al minimo) per cercare di raffreddare maggiormente il condensatore (detto volgarmente radiatore del clima) ed abbassare la pressione di esercizio;

4) pressione oltre il limite di sicurezza: in questo caso  il contatto che da il consenso al compressore si apre, rimane chiuso quello che fa funzionare le ventole in alta velocità, quindi il compressore si ferma e le ventole possono riportare la pressione a valori corretti.

Premesso questo, ritengo non sia prudente ponticellare i contatti sul pressostato per far partire il compressore, a meno che non si sia assolutamente certi delle corrette pressioni di esercizio e si abbia quindi una concreta prova del guasto del pressostato.  Occorre collegare l'impianto di condizionamento alla sua stazione di ricarica/diagnosi dotata di manometri di alta e bassa pressione in modo da verificare chiaramente che non si stia facendo una cavolata..  Nel caso tu lo faccia funzionare con pressioni troppo basse danneggi il compressore in tempi relativamente brevi; nel caso opposto, pressioni troppo alte, rischi di far scoppiare un tubo e/o di spaccare il compressore.

 [:wave]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline cristiano

...ma in mancanza della stazione lunare, si fa quel che si riesce. Guarda che staccare il connettore dal pressostato e ponticellare i contatti sul connettore per capire se la frizione del compressore si alimenta e chiude non compromette nulla. Cosi' come fare delle misure di continuita' sui contatti del pressostato nelle varie condizioni.
« Ultima modifica: 25 Luglio 2021, 19:19:24 da cristiano »
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline borins

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 10
  • Nome: sergio
OK grazie della spiegazione, ho provato a ponticellare il pressostato sui due circuiti, attivazione elettromagnetica compressore e attivazione alta velocità ventole (logicamente per il tempo minimo necessario a riscontrarne il funzionamento) e le funzioni sono regolari.
A questo punto faro verificare la pressione del circuito e se ok sostituirò il pressostato.
In caso di sostituzione dove posso trovare il codice corretto per la sostituzione? è sufficiente far riferimento ai dati della macchina, quelli che ti chiede il sito del fornitore di ricambi? 
  

Offline paw999

...ma in mancanza della stazione lunare, si fa quel che si riesce. Guarda che staccare il connettore dal pressostato e ponticellare i contatti sul connettore per capire se la frizione del compressore si alimenta e chiude non compromette nulla. Cosi' come fare delle misure di continuita' sui contatti del pressostato nelle varie condizioni.

Cristiano, come al solito capisci sempre solo quello  che vuoi tu. E' ovvio che ponticellare o testare i contatti per fare delle prove non comporta danni. Mi pareva lapalissiano, rileggendo il mio intervento, che io mi limitassi al mettere in guardia dal far funzionare l'impianto in modo poco ortodosso, ovvero saltando a piè pari il pressostato in modo continuativo. Fare dei test è sempre possibile, li faccio io stesso.  E cmq, quella che chiami stazione lunare, manco fosse lo shuttle, non è altro che la "basica" stazione di ricarica che anche l'elettrauto più minimalista possiede (elettrauto che fornisce servizio di ricarica impianti, ovviamente).
« Ultima modifica: 27 Luglio 2021, 23:52:57 da paw999 »
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline paw999

OK grazie della spiegazione, ho provato a ponticellare il pressostato sui due circuiti, attivazione elettromagnetica compressore e attivazione alta velocità ventole (logicamente per il tempo minimo necessario a riscontrarne il funzionamento) e le funzioni sono regolari.
A questo punto faro verificare la pressione del circuito e se ok sostituirò il pressostato.
In caso di sostituzione dove posso trovare il codice corretto per la sostituzione? è sufficiente far riferimento ai dati della macchina, quelli che ti chiede il sito del fornitore di ricambi? 

Se mi dai il n. di telaio o il n. OPR (sul montante della porta guidatore fra le cerniere) ti cerco il codice OE corretto.  [:wave] [:wave]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline borins

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 10
  • Nome: sergio
il numero di telaio è :VF7Y4NZ0000NZ8400
sul montante lato guidatore c'è un timbro in giallo con i numeri7332 sovrastati da CJ o 2C contrapposte, non si legge bene la seconda lettera.
più c'è della pressione dei pneumatici
  

Offline paw999

ok ci guardo stasera e poi ti dico, sempre che qualcuno non mi preceda..  [:allops]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.