Autore Topic: Cerco Accumulatore / Congiuntore per Citroen Xantia 1.8i del 1993  (Letto 4014 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline mauro63

Ciao a tutti,   
Ragazzi, ho un problema con la mia Xantia perché sono alla ricerca del seguente ricambio : Il Congiuntore / Accumulatore versione a benzina 1.8i del 1993, prima serie e primo tipo.
Numero di telaio del veicolo è : VF7X11A00001A7672.

Nell'impossibilità di reperirlo nuovo perché da tempo è un particolare Citroen NFP,
alla bisogna mi andrebbe bene anche uno usato o ricondizionato, purché senza perdite d'olio LHM, funzionante.

In allegato alla presente posto fotografie del ricambio che è quello di colore NERO, a cui è avvitata la sfera Congiuntore.
Lo devo sostituire perché perde vistosamente liquido LHM e a detta del meccanico Citroen non è riparabile ..

Potete scrivermi in privato al seguente indirizzo email: forlimauro@hotmail.com,
oppure mandare un WhatsApp al seguente numero di cellulare: 350 1002221 per concordare prezzo e costo di spedizione a Giaveno (TO), modalità di pagamento.
Vi ringrazio anticipatamente.

Buona giornata,
Mauro F.





Mauro63.

"Sopra me solo Cielo".
  

Offline paw999

Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline RicDyane

Se perde solo lhm dovrebbe essere colpa degli oring, quindi basta sostituire quelli...

Tempo fa ce n'era uno nuovo su leboncoin.fr

https://www.leboncoin.fr/equipement_auto/1948153026.htm?ac=206978287

180 euro + spese di spedizione

Prova a chiedere
« Ultima modifica: 28 Aprile 2021, 00:17:16 da RicDyane »
  

Offline cristiano

...cambia meccanico. Basta sostituire gli oring (in particolare, quello del tappo filettato) e se non trovi quelli di misura esatta ci adatti anche oring simili per olio e usi un po' di pasta nera per aiutare la guarnizione della vaschetta in plastica.
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline paw999

Esiste un apposito kit di gommini in vendita proprio per revisionare in congiuntore.. Se il tuo meccanico non se la sente di fare il lavoro rivolgiti altrove.

[:wave]
...e usi un po' di pasta nera per aiutare la guarnizione della vaschetta in plastica.

Non sono assolutamente d'accordo Cristiano. La pasta nera non si usa mai per revisionare o chiudere organi idraulici.. Un residuo della pasta potrebbe finire all'interno ed ostruire qualche passaggio.  [old]   Basta il gommino giusto per chiudere correttamente la vaschetta.  [:wink]


Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline cristiano

Io ho usato oring comuni per idraulica, mentre la guarnizione della vaschetta l'ho lasciata tal quale e montata con un velo (non un kg) di pasta nera e il tutto funziona benissimo da anni senza nessuna perdita, mica stiamo parlando di un pacemaker. Ti ricordo che la pasta nera si usa pure in tanti casi dove è il costruttore stesso che la prescrive al posto della guarnizione (es. pompa liquido raffreddamento Fire). In alternativa, c'è ovviamente il kit, il congiuntore nuovo se si trova, o la macchina nuova. Dipende sempre da quanto si vuole spendere per raggiungere il risultato...
« Ultima modifica: 30 Aprile 2021, 07:20:21 da cristiano »
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline paw999

Senza nessuna polemica insisto nel dire che negli organi idraulici la pasta nera non ci va..  Poi se uno ce la vuol mettere e gli va tutto bene, saranno ben casi suoi...  [A:D]

Per quanto concerne il discorso economico credo che il kit e il tubo di pasta nera non abbiamo una così rilevante differenza di costo..  [:wave]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline cristiano

Senza nessuna polemica, siamo in un forum di appassionati e ognuno puo' dire la sua, a maggior ragione se con cognizione di causa. Il fatto che tu dica che la pasta nera nn ci va non e' legge. Se poi riesci a vendere tuo kit, buon per te.
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998
  

Offline mauro63


Ringrazio tutti per i preziosi consigli. [:wave] [:wave]
Paw999 ho risposto in privato alla tua mail. Grazie  [:hello]

Al di là del congiuntore che perde mi sorgono però spontanee un paio di considerazioni :

1. Alcune officine meccaniche Citroen ufficiali NON sono più in grado, oppure non vogliono più riparare le nostre 
    balenottere Idropneumatiche [old] [old] , specialmente nel torinese depresso ove cui risiedo.
    Non esiste più la volontà in essere della PSA di insegnare, passare, perpetuare le conoscenze meccaniche
    acquisite delle nostre Citroen che bene o male, hanno fatto la storia e la prosperità del marchio in trascorsi
    neppure troppo lontani.

2. Evidentemente alla PSA non interessa nulla l'elevato "giro d'affari" che potrebbe scaturire dalla produzione e
    vendita di ricambi e assistenza per le nostre Idropneumatiche Citroen.
    I costruttori tedeschi e inglesi insegnano però il contrario e fanno un mucchio di soldi in questo particolare
    comparto "Vintage". 
    Ma la dirigenza in essere dorme, nicchia e non capisce.
    Evidentemente sono troppo rimbambiti per comprendere tutto ciò oppure peggio ancora,
    sono fraudolenti perchè vogliono vendere esclusivamente automobili nuove che però purtroppo per loro, sono
    attualmente prodotti mediocri per non dire scadenti, anche per i non appassionati come noi.
    Il mercato europeo del resto lo sa, non perdona e giustamente punisce il gruppo.
    La qualità estrinseca del prodotto è semplicemente esecrabile (intendo le rifiniture esterne e interne).
    Senza considerare la povera ingegneria intrinseca delle PSA attuali, che solo le nostre IDRO posseggono ancora.
    Persine le bicilindriche Citroen erano autovetture geniali, nel loro piccolo ambito :yes:

Alla luce di quanto esistente oggi in concessionaria, di sicuro non comprerò MAI una Citroen - PSA moderna, Stellantis che dir si voglia, perchè tanto ormai la mediocrità è a livelli multinazionali.
Spirito libero e parere personale, naturalmente.

Vi saluto, Buona giornata,
A presto.  [:hello] [:hello]
Mauro63  [CIT] [CIT]
 


Mauro63.

"Sopra me solo Cielo".
  

Offline RicDyane

Ringrazio tutti per i preziosi consigli. [:wave] [:wave]
Paw999 ho risposto in privato alla tua mail. Grazie  [:hello]

Al di là del congiuntore che perde mi sorgono però spontanee un paio di considerazioni :

1. Alcune officine meccaniche Citroen ufficiali NON sono più in grado, oppure non vogliono più riparare le nostre 
    balenottere Idropneumatiche [old] [old] , specialmente nel torinese depresso ove cui risiedo.
    Non esiste più la volontà in essere della PSA di insegnare, passare, perpetuare le conoscenze meccaniche
    acquisite delle nostre Citroen che bene o male, hanno fatto la storia e la prosperità del marchio in trascorsi
    neppure troppo lontani.

2. Evidentemente alla PSA non interessa nulla l'elevato "giro d'affari" che potrebbe scaturire dalla produzione e
    vendita di ricambi e assistenza per le nostre Idropneumatiche Citroen.
    I costruttori tedeschi e inglesi insegnano però il contrario e fanno un mucchio di soldi in questo particolare
    comparto "Vintage". 
    Ma la dirigenza in essere dorme, nicchia e non capisce.
    Evidentemente sono troppo rimbambiti per comprendere tutto ciò oppure peggio ancora,
    sono fraudolenti perchè vogliono vendere esclusivamente automobili nuove che però purtroppo per loro, sono
    attualmente prodotti mediocri per non dire scadenti, anche per i non appassionati come noi.
    Il mercato europeo del resto lo sa, non perdona e giustamente punisce il gruppo.
    La qualità estrinseca del prodotto è semplicemente esecrabile (intendo le rifiniture esterne e interne).
    Senza considerare la povera ingegneria intrinseca delle PSA attuali, che solo le nostre IDRO posseggono ancora.
    Persine le bicilindriche Citroen erano autovetture geniali, nel loro piccolo ambito :yes:

Alla luce di quanto esistente oggi in concessionaria, di sicuro non comprerò MAI una Citroen - PSA moderna, Stellantis che dir si voglia, perchè tanto ormai la mediocrità è a livelli multinazionali.
Spirito libero e parere personale, naturalmente.

Vi saluto, Buona giornata,
A presto.  [:hello] [:hello]
Mauro63  [CIT] [CIT]
 



Nei fatti Citroën non esiste più. È un brand. Rimane in essere una parte della rete storica di assistenza e questo confonde le idee, facendo credere che sia ancora l'azienda di un tempo.

Bisogna un po' trovare chi sappia seguirle, oppure iniziare ad imparare.
La rete non sa e soprattutto non se la sente di iniziare delle riparazioni di cui:
- non dispone dei ricambi;
- non sa se il cliente sarà disposto a sborsare la cifra per tutte le varie ed eventuali;
- non sa quanto durerà la riparazione a cui è comunque tenuta a dare una garanzia.

Per certi versi, difficile dare torto.
  

Offline mauro63


Brand oppure no, si perdono una grossa occasione commerciale. [:blob]
E si comportano da incompetenti e fraudolenti quali sono.  [firehell]

Il Vintage automobilistico e non solo quello automobilistico, tenetelo bene a mente e presente, è un settore in grande espansione per svariati motivi che costruttori come Mercedes, BMW, Porsche, MG, BL, Aston Martin, Juaguar hanno compreso da tempo inventandosi dal nulla un comparto remunerativo in termini di immagine e ricavi economici derivante dalla vendita di ricambi, accessori, manualistica, libri, costituzione di officine vintage ad hoc, depliants, organizzazione di raduni e eventi vari per i clienti appassionati.

Se vi recate negli USA, avrete la riprova concreta di quanto vado scrivendo.
Lì impazzano i restauri con tutto ciò che ne consegue delle "Muscle car e delle Full size" degli anni 60 e 70 e dei "macchinoni cromati" anni 50.
Il giro d'affari generato nel suo complesso comprendendo appassionati, spettatori nonchè organizzazione di raduni, è semplicemente impressionante per noi europei.

Naturalmente tutto ciò contribuisce a muovere l'economia creando continuamente nuovi posti di lavoro che la rapida costruzione di nuove e anonime autovetture tutte uguali, senza arte nè parte, provvedono rapidamente a distruggere.

Vivo nel torinese depresso come già accennato e so di cosa sto parlando, anche in merito alla vicenda Fiat/FCA.

Un intero comparto con relativo indotto distrutto, la gente licenziata come me che sta a casa, l'economia e i consumi che crollano vertiginosamente perchè se la gente non ha lavoro ovviamente non ha soldi, dunque NON spende e non consuma, tanto meno compra autovetture nuove : è così semplice il concetto che lo capiscono persino i bambini.

Se penso solo al patrimonio automobilistico italiano d'Antan, mi vengono i brividi che gran parte di ciò sia andato irimediabilmente perduto, probabilmente per sempre. Le nostre autovetture vintage vanno all'Estero, oppure vengono rottamate, e con esse se ne va via la nostra storia automobilistica.
Per le nostre amate Citroen vale lo stesso identico discorso, ricordatevelo.

Inoltre ai giovani normalmente le autovetture non interessano molto, mi par di notare, è già tanto se prendono ancora la patente di guida e poi non dispongono della "retro cultura" per apprezzare un marchio specifico, perchè ovviamente non ne conoscono la storia, dunque se non ne conoscono la storia per loro che differenza possono fare marchi come Citroen, Alfa Romeo, Fiat, Lancia, Aston Martin, Porsche, Mercedes, Hyundai, Kia, Toyota, Di Risio ??

Poi vè da dire che normalmente non dispongono del denaro per comprarsi un autovettura nuova, perchè le auto sono troppo costose e spesso inaccessibili, inoltre il nuovo imperante sistema del "lavoro precario" spacciato per opportunità, allontana ulteriori platee di potenziali clienti non solo giovani, semplicemente perchè non sono solvibili finanziariamente.

Conseguenza immediata : I piazzali delle concessionarie e dei costruttori traboccano di autovetture invendute.
E' sufficiente farsi una rapida ricognizione tenendo gli occhi e la mente aperta, per rendersene conto.

Dunque in tempi grami come questi, ove cui la gente crede illusoriamente che dopo la Pandemia tutto ritornerà come prima, per un costruttore di auto anche generalista, mettere sù un organizzazione Vintage post vendita e assistenziale come si deve, potrebbe rappresentare una vera ancora di salvezza, in tempi mediocri come questi.

Creare e offrire lavoro per ripartire e mettere sù le basi per un futuro migliore, per tutti, a beneficio di tutti.
Brand o non brand, almeno le Dirigenze si sveglino,  :zzz: :zzz:
non per Amore ma per soldi e mera sopravvivenza quotidiana.

Saluti,  [:hello] [:hello]


Mauro63.

"Sopra me solo Cielo".
  

Offline cristiano

...tornando al congiuntore, una volta smontato si possono quindi eliminare  le perdite, meglio se utilizzando l'apposito kit guarnizioni,ma anche arrangiandosi e adattando comuni guarnizioni per olio di dimensioni simili. Il tutto alla portata di un normale meccanico che sappia giusto qualcosa di Citroen.
DLuxe febbraio 1972
CX GTI Turbo serie2 marzo 1986
XM 16VSX luglio 1998