Autore Topic: Parliamo di SM, della sua linea.  (Letto 6756 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline marzio

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 42
Concordo con DS20, possedendo una SM vi posso garantire che quando la parcheggio trovo sempre persone che guardano dentro attraverso i cristalli, anche il sound attira gli sguardi, facendo capire il " calibro" del motore.
Concludo  infine, dicendo che la SM è stata costruita in una diecina di esemplari anche cabriolet con il nome "Milord" e se non ricordo male l'ultima venduta a Retromobile a Parigi è stata battuta per "Soli" 555.000 euro, poi ne sono state costruite anche una diecina berlina a 4 porte, di cui alcune possedute ancora da collezionisti che hanno fatto bella mostra di se anche a raduni organizzati dal SM Club, la 4 porte doveva sostituire la DS mette la CX doveva fare da anello di congiunzione tra la SM 4 porte e la GS, erano stati previsti sia i motori DS sia il trirotore Wankel, ma purtroppo il fallimento di Citroen fece andare le cose in un altro modo
DS 21 ie Pallas, DS 20 Breck, SM 27 ie, CX 25 gti turbo2,GS 1220 Pallas, Dyane 6, BX 16 trs, Xantia 2.0 16v Breck, XM 2.0 ambience ,XM turbo exclusive, bentley brooksland, alfa 75 turbo america, alfa 155 q4,saab 900 turbo cabrio
  

Offline DS20

Ecco qualche immagine per ricordare le SM Mylord.

La linea è molto particolare anche in questo caso.
« Ultima modifica: 03 Marzo 2021, 15:11:28 da DS20 »
  

Offline DS20

E qui alcune immagini della SM Opera.
  

Offline simonone

Purtroppo la produzione attuale è vincolata da un numero esorbitante di parametri vari che di fatto impediscono ai designer di poter esprimere al meglio la loro creatività. Se per rispondere a determinate caratteristiche di sicurezza (ben venga la sicurezza, ovviamente) il muso deve essere alto tot, il vetro deve essere così, le fiancate colà, ecco che abbiamo tutte vetture prodotte con lo stampino..  E non dimentichiamo il marketing che manipolato i gusti del consumatore in modo tale che "cosi" come i SUV arrivino perfino a piacere...  [:allops]

io mi riferisco anche al lato meccanico.

Come auto di tutti i giorni guido una BMW serie 1 125i, ma rimpiango ogni volta la vecchia 120d che avevo prima.

Quella attuale ha "sulla carta" tutti i numeri giusti per essere entusiasmante:
2000 turbo da 243 cavalli, assetto msport, cambio automatico a 8 marce....
Però i dati "sulla carta" sono molto diversi dall'esperienza di guida.
E' vero il motore turbo benzina spinge benissimo fino ai 7000 giri, accelerare è bello. Però quando bisogna rallentare non ha nessun tipo di freno motore.
Il cambio ha 8 rapporti, quindi in teoria dovrebbe farmi sentire un pilota. In realtà però è stato tarato per tirare fuori ogni centometri per litro per fare bella figura con i test di consumo. Quindi nella guida normale mi trovo in 8 marcia in città; se voglio accelererare a fondo ci impiega qualche decimo di secondo a decidere se sono davvero disposto a usare quei 2 cl di benzina in più, così quando finalmente si sente disposto a sacrificare il prezioso carburante, il buco in corsia di sorpasso è ormai passato. e in scalata...non scala mai. Per avere un minimo di controllo devo sempre girare in modalità "sport" con controllo manuale del cambio, e quando rallento devo scalare di continuo sul filo dei 6000 giri, altrimenti sembra di girare con lo "scatto libero" delle bici: sono sempre attaccato ai freni anche per il più banale dei rallentamenti.

Idem dicasi per l'assetto. Ha dei gommoni spaventosi da 18 pollici (245 di larghezza dietro, 225 davanti) che servono a fare bella figura al bar, ma se puoi vuoi pennellare una curva con un trasferimento di carico, o lo fai a velocità da suicidio, oppure ti trovi con una auto noiosissima come qualsiasi altra.

Persino il cruise control adattivo è gestito malissimo dall'elettronica, con una logica che davvero non ha senso nel mondo reale.
  

Offline paw999

io mi riferisco anche al lato meccanico.

Io invece parlavo esclusivamente di linea per non inquinare il topic dell'amico Pietro che, tra l'altro, ci propone una serie di immagini sublimi, nelle quali appare evidente quanto la classe non sia acqua..  [:prosit]

Quanto dici a proposito delle moderne gestioni elettroniche mi trova comunque d'accordo.. Quasi quasi ci apriamo un bel topic dedicato..  [:wink]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline paw999

Concordo con DS20, possedendo una SM vi posso garantire che quando la parcheggio trovo sempre persone che guardano dentro attraverso i cristalli, anche il sound attira gli sguardi, facendo capire il " calibro" del motore.


HEHE E, conoscendoti, scommetto che non ti diverti neanche un po'...  [musikb] [:clap] [:clap]
« Ultima modifica: 03 Marzo 2021, 19:34:31 da paw999 »
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline RicDyane

L'effetto WOW è oramai appannaggio anche di XM.
Come qualcuno saprà, vado spesso con la XM nei paesi baltici, regno incontrastato di auto tedesche... Questa estate non so quanti complimenti si è presa...
  

Offline paw999

L'effetto WOW è oramai appannaggio anche di XM.
Come qualcuno saprà, vado spesso con la XM nei paesi baltici, regno incontrastato di auto tedesche... Questa estate non so quanti complimenti si è presa...

Infatti Riccardo! Ormai il panorama relativo a tutto ciò che comunemente circola per le strade, è talmente monotono che una delle nostre vecchiette balza all'occhio come un fiore rosso sbocciato su un prato coperto di cenere. Per riprendere il discorso introdotto da DS20, la differenza palese rispetto a quanto poteva offrire il mercato coevo, era innegabile già allora, quando le case automobilistiche diversificavano i loro prodotti dal punto di vista estetico, delegando, sovente proprio all'estetica, il ruolo distindivo del marchio.  Insomma la Porsche era fatta a forma di Porsche, l'Alfa a forma di Alfa e così via..  Ricordo che da bambino, in viaggio in auto con i miei genitori, mi divertivo, al buio di notte, ad indovinare la marca della vettura dietro di noi dalla forma dei fanali... Provate a farlo oggi...  [A:spa] E, nonostante all'epoca ogni brand adottasse linee peculiari e difformi dagli altri, una Citroën era comunque un mondo a parte, era  cioè al di fuori di qualsiasi schema. La DS di Flaminio Bertoni è piombata sul mercato come una meteora extraterrestre! La Citroën Sport Maserati, all'inizio degli anni 70, rappresentava quanto di più nuovo ed anticonformista si potesse trovare nel mondo dell'automobile. L'XM che citi nel tuo post è, nel bene e nel male, erede indiscussa di quel tipo di filosofia.
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline rouge

Purtroppo la produzione attuale è vincolata da un numero esorbitante di parametri vari che di fatto impediscono ai designer di poter esprimere al meglio la loro creatività. Se per rispondere a determinate caratteristiche di sicurezza (ben venga la sicurezza, ovviamente) il muso deve essere alto tot, il vetro deve essere così, le fiancate colà, ecco che abbiamo tutte vetture prodotte con lo stampino..  E non dimentichiamo il marketing che ha manipolato i gusti del consumatore in modo tale che "cosi" come i SUV arrivino perfino a piacere... 

i musi alti (ormai anche le medio/piccole sembrano orridi Suv) sono una scelta "obbligata" dalle normative sulla protezione dei pedoni.

tali normative andrebbero a mio avviso sorpassate dai più moderni adeguamenti tecnologici (sistemi automatici anticollisione/frenata automatica e/o sistemi di protezione passiva dei pedoni tipo il cofano motore attivo della Citroen C6 e/o futuribili "airbag carrozzeria") senza più costringere le case automobilistiche a realizzare musi da furgone anche sulle berline sportive.
« Ultima modifica: 05 Marzo 2021, 07:02:47 da rouge »
C6 3.0 V6 biturbo HDi Exclusive nafta
C5 3.0 V6 benzina 24v - berlina prima serie (Ph1)
Xantia Activa 2.0 Turbo Ct Benzina ph1 '95
Ex Bx 19 4x4 berlina , '89
Ex Citroen Axel 1.1 , '84 (made by Oltcit-Citroen, Romania)
Ex Citroen Ami8 Break
Ex Dyane
  

Offline MarioCX

Francamente credo che gli "airbag carrozzeria" potrebbero avere esiti estetici altrettanto grotteschi.

Non sono in grado di dire se, come sostengono alcuni commentatori, l'epoca in cui l'automobile era percepita con afflato emotivo sia terminata.

È però vero che le auto oggi in listino sono mediamente brutte e sono tali a tutti i livelli di spesa.

Se dividiamo l'offerta automobilistica in fasce di prezzo anziché come si fa di solito in settori orientati alla tipologia, quasi tutti i modelli escono, esteticamente parlando, con le ossa rotte.
Si salva forse la Giulia e poco altro che però resta nel perimetro del "meno peggio".

Sono brutte quelle intorno ai 10k euro (tranne la C1 verso la quale ho un debole), così come sono brutte le odierne Rolls Royce da 300k giacché sembrano delle sgraziate cassepanche per tacere del SUV Cullinan, davvero orrido.

Sono brutte le Ferrari, dalle forme estreme e senza senso assolutamente prive dell'equilibrio di una 456 degli anni 90.

E poi dappertutto si assiste alla tendenza allo scarabocchio.
Al paciugo incoerente inaugurato da certe orientali tipo Toyota o Ssayiong o come diavolo si scrive.

Purtroppo interprete acritico di questo scempio di tratti, è proprio il marchio Citroen che con la nuova C4 ha fatto quanto di possibile per copiare le peggiori tendenze stilistiche di questi anni.

Incredibilmente, oggi offrono più pulizia e gradevolezza VW ed Audi pur nell'ambito di un dignitoso anonimato.
« Ultima modifica: 05 Marzo 2021, 18:57:33 da MarioCX »
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.
  

Offline paw999

Non sono in grado di dire se, come sostengono alcuni commentatori, l'epoca in cui l'automobile era percepita con afflato emotivo sia terminata.

Magari terminata no, almeno non ancora. Persone come noi ce ne sono ancora,  non solo qui ma anche all'ombra di altri storici marchi. Ma la componente emotiva (l'innamoramento insomma) si è in effetti ridimensionata parecchio tanto da essere ormai in fondo alla classifica delle motivazioni di scelta al momento dell'acquisto di una vettura nuova. Il marketing delle case costruttrici, una volta resosi conto di essere praticamente a corto di argomenti basati sull'estetica, ha iniziato a martellare i potenziali acquirenti mettendo in evidenza un diverso gruppo di caratteristiche quali, ad esempio, quelle basate sull'elettronica della connessione.  Qui potrebbe aprirsi una discussione infinita su quanto potranno durare nel tempo vetture dotate di sistemi operativi obsoleti dopo solo pochi anni dalla loro uscita sul mercato ma finirei quasi subito O.T.  [:wave]
Le Citroen non sono automobili qualsiasi: esse hanno un cuore, anche se di metallo; e il loro sangue, anche se verde, le contraddistingue da qualsiasi altra cosa al mondo circoli sulle strade.   PAW.
  

Offline DS20

Le mode cambiano, le norme di sicurezza anche ma, tornando a quel che è stata la comparsa della SM vi propongo qualche altra immagine, specialmente per gli utenti che conoscono meno di altri, le particolarità della granturismo francese.
Si tratta della SM Presidenziale, prodotta in due esemplari da Chapron, che ha accolto sui suoi sedili le grandi personalità del periodo e la SM Espace che fu realizzata dalla carrozzeria francese Heuliéz.
Credo che quest'ultima sia veramente un magnifico esempio di evoluzione della SM verso un'interpretazione ancora più futuristica rispetto ai tempi.
Gli interni, i cerchi ruota e il tetto apribile in due sezioni erano molto particolari così come le lamelle che ricoprivano il lunotto posteriore.
  

Offline DS20

Ecco alcune foto della SM Espace.
  

Offline fmiglius

  • PRESIDENTE COMMISSIONE TECNICA
  • Commissione Tecnica
  • Citro-passionné
  • *****
  • Post: 1371
  • Thanked: 18 times
  • Thanked: 18 times
  • Non voglio una Ferrari ma le ciabatte infradito
  • Nome: Flavio
In quanti esemplari fu costruita la SM Espace?
Citroen CX25 GTi TURBO - 2°serie M25/662 - 01/1986
  

Offline DS20

Le Espace di Heuliez sono state prodotte solo in due esemplari mentre Chapron ha prodotto nove Opera e sei Mylord oltre alle due Presidenziali.

C'è da ricordare anche il modello unico prodotto da Frua che realizzò una granturismo "all'italiana" utilizzando il pianale e la meccanica della SM.

Pochi numeri ma non dimentichiamo che la SM è stata un'auto di prestigio.

 [:wave]