CX: La sintesi.

Aperto da MarioCX, 25 Dicembre 2019, 22:33:58

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

MarioCX

Questa cosa non piace ai diessisti(*), diossolo sa perché, ma la CX è l'auto-sintesi di tutte quelle caratteristiche tecniche, dinamiche e stilistiche che ci hanno fatto innamorare del marchio.
Soprattutto nei suoi allestimenti di alta gamma.

Questo viene oggi confermato nelle brochure delle auto nuove, questa è tratta da quello della C1:





(*) Naturalmente questo post sul sito ideesse è piaciuto ben poco...soprattutto a Gianluca che non tarderà a farsi vivo anche qui.
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

RicDyane

Mi pare che queste brochure ed "esaltazioni" della CX siano nate, e impaginate, nell era buia in cui non si poteva assolutamente citare in qualsivoglia operazione di marketing la DS.
Mi pare che si faceva notare già su queste pagine un salto temporale dalla 2cv alla CX, senza appunto nemmeno vagamente citare cosa abbia fatto  accadere Citroën nel '55.
Che CX sia la sintesi di tutto ciò che riguarda Citroën, mah lascia anche me perplesso.

robyazz

Così di getto a me invece verrebbe da dire che la perfetta sintesi del sogno citroenista, si è avuta con la C6.

Massima evoluzione dell'impianto idrattivo, motore V6 (da vera ammiraglia) che sui diesel garantisce prestazioni eccellenti, linea palesemente derivata dalla CX con qualche richiamo diessistico come vetri senza cornice e fari girevoli, comfort di viaggio imparagonabile coi nostri "vecchi" modelli e via discorrendo.

Poi penso alla carenatura delle ruote posteriori, al monorazza e al Diravi, prezzi  di mancanze squisitamente citroniche che la C6 ha dovuto pagare alla "modernità", e mi tocca così ritornare a dare ragione a Mario. 
La DS non può, per pure questioni anagrafiche, rappresentare una "sintesi", perchè ha troppa poca storia a lei antecedente, la DS è una capofila, un inizio.
La XM non è ancora così evoluta come la C6 e perde già un briciolo di fascino retrò rispetto alle sue nobili progenitrici.

Non per nulla, l'unica "ancienne" che è rimasta con me dopo 30 anni di acquisti e prove, è la CX Prestige  [:wink]
BLOCCO EURO 0, IMBROGLIO VERO

Citroen C5 Break 2.0 i 16V Exclusive Automatic GPL 2006 / D Super5 GPL 1974 / Jaguar S-Type 3.0 V6 2000

manug75

Condivido pienamente il pensiero di Mario.
Avendole avute entrambe, posso tranquillamente confermare che la CX,
a parte il discorso relativo alla trasmissione (cambio semiautomatico),
possa considerarsi la naturale sintesi delle esperienze accumulate dal marchio
con Traction e DS.
[:wave]

LHM

Che la CX rappresentasse mirabile sintesi di quanto di meglio la casa aveva ideato sino ad allora lo vantava la casa medesima, sin dal lancio, ed è difficile contestarlo (a meno di non voler provocare i diessari che, chissà perché poi, sembrano aver sempre la necessità di ribadire che... il loro è meglio, ed infatti bollono nel loro brodo).
Nessun altro modello della marca è riuscito a condensare in sé tale profilo di sintesi e, su questo punto, sono in disaccordo con Robyazz perché a mio giudizio la C6 è un barcone bolso, sostanzialmente retrogrado e, quindi, antitetico rispetto allo spirito incarnato dalla migliore produzione Citroen (l'ultimo esempio della quale, benché malriuscito, fu secondo me la XM del 1989).
Aggiungerei tra i riferimenti rinvenibili nella CX la SM, della quale la berlina del 1974 riprende la filante e personale linea di cintura e il Diravi, di talché puo' ritrovarsi il paradosso essenziale della CX, ossia che nella sostanza non inventava nulla di nuovo, assolvendo alla perfezione alla propria missione di sintesi stilistica e tecnologica di ciò che amiamo, e da tempo non è più.
Meno DS Automobiles, più Citroën!

MarioCX

Citazione di: RicDyane il 25 Dicembre 2019, 22:52:02
Mi pare che queste brochure ed "esaltazioni" della CX siano nate, e impaginate, nell era buia in cui non si poteva assolutamente citare in qualsivoglia operazione di marketing la DS.
Mi pare che si faceva notare già su queste pagine un salto temporale dalla 2cv alla CX, senza appunto nemmeno vagamente citare cosa abbia fatto  accadere Citroën nel '55.
Che CX sia la sintesi di tutto ciò che riguarda Citroën, mah lascia anche me perplesso.

No, non è così.
Se scarichi la brochure completa la DS è citata eccome.
Sono io ad aver postato solo la pagina della CX in quanto viene, giustamente, identificata come la sintesi delle caratteristiche meccaniche e stilistiche Citroen fino a quel momento.
Affermazione che mi è stata, me l'aspettavo ovviamente, contestata sul sito Ideesse sulla base dell'assenza dei fari collegati con lo sterzo.
Posto che si tratta di una caratteristica già presente su altre auto prima della DS (penso all'americana Tucker ad esempio), tutto sommato credo che la quaterna [stile citroen-idropneumatica-diravi-estrosità del design interno] seppellisca senza sforzo l'assenza dei fari rotanti.

Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

robyazz

#6
Citazione di: LHM il 02 Luglio 1970, 14:33:50
Nessun altro modello della marca è riuscito a condensare in sé tale profilo di sintesi e, su questo punto, sono in disaccordo con Robyazz perché a mio giudizio la C6 è un barcone bolso, sostanzialmente retrogrado e, quindi, antitetico rispetto allo spirito incarnato dalla migliore produzione Citroen (l'ultimo esempio della quale, benché malriuscito, fu secondo me la XM del 1989)
Fermo restando che ovviamente ognuno ha il suo gusto da cui conseguono relative opinioni, vi sono però termini oggettivi che andrebbero invece motivati.

Retrograda la C6 ? Direi proprio di no, non fosse altro per le Idrattive III con AMVAR, ripeto, massimo livello tecnogico raggiunto dal nostro amato progetto idropneumatico.

Barcone ? Ma certo, guai non lo fosse. Quale altra ammiraglia Citroën non è mai stata apostrofata in tal maniera dai denigratori ?

Bolsa ? Ma nemmeno per nulla ! Mai guidata Citroën più performante, almeno nelle versioni biturbo a gasolio, mentre so che la benzina non è un fulmine.

Taciamo sull'assoluto confort di viaggio tipicamente citronico, dell'HUD, dell'allestimento generale che lascia a bocca aperta i modernisti che ospito nell'abitacolo e che puntualmente la definiscono molto avanti per il suo periodo, e taciamo volendo anche dei numerosi richiami e riferimenti storici già citati.
Quindi non capisco perchè la CX che davvero nulla di nuovo a nessun livello presentò, sia considerata mirabile sintesi, mentre la C6 che ha invece soluzioni tipiche del modello, debba essere un barcone bolso e retrogrado... mah... [A:spa]

In conclusione, ribadisco convintamente il mio pensiero, aggiungendo che la C6 sintetizza anche la sintesi CX...certo, avesse avuto almeno il Diravi non l'avrei lasciata seconda a nessuna.

Piccolo inciso sulla CX. Parlando di sintesi fra TA e DS, è grave peccato non citare la SM, come giustamente precisato da Nick.
La CX ne riprende chiaramente la linea "a siluro", che stacca completamente da quelle più "a tetto alto" di TA e DS, oltre al noto Diravi.
BLOCCO EURO 0, IMBROGLIO VERO

Citroen C5 Break 2.0 i 16V Exclusive Automatic GPL 2006 / D Super5 GPL 1974 / Jaguar S-Type 3.0 V6 2000

MarioCX

A ben vedere anche il termine "bolso" è spesso riferito, peraltro non a torto, alle ammiraglie Citroen che in tutto possono essere lodate tranne che per la brillantezza dei propulsori.

Per quanto riguarda la C6, quando venne resa nota al pubblico, ormai circa 15 anni fa, gridai al miracolo ed in effetti, era assolutamente ammiraglia Citroen in tutto.
Certo, mi si dice di un avantreno fragile cosa che mi indispettisce perché è impensabile dover star cauti se c'è una buca nell'asfalto dunque si rompe qualcosa quando stamattina prendevo a posta con  la DS le buche sull'asfalto di Savona causate dai giorni di pioggia in barba a BMW ed Audi che andavano al rallentatore...insomma dover star cauti alle buche è una contraddizione in termini con le idropneumatiche, scherziamo?
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

robyazz

Vero, l'avantreno è un difetto strutturale riconosciuto e inoltre le Idrattive specifiche, sono tanto meravigliose e ineguagliabili in marcia, quanto sicuramente inferiori alle idropneumatiche sugli ostacoli secchi.
Però occhio che nemmeno a DS e CX fa granché bene scorrazzare sulle buche, anche se non lo danno a vedere. Ma questo già lo sai.

Piccola curiosità sui braccini C6: i miei ancora ottimi a 278.000 (cambiati a circa 110.00) e anche quelli del rutam a 377.000 sono sanissimi.
BLOCCO EURO 0, IMBROGLIO VERO

Citroen C5 Break 2.0 i 16V Exclusive Automatic GPL 2006 / D Super5 GPL 1974 / Jaguar S-Type 3.0 V6 2000

MarioCX

Citazione di: robyazz il 26 Dicembre 2019, 21:56:21
Però occhio che nemmeno a DS e CX fa granché bene scorrazzare sulle buche, anche se non lo danno a vedere. Ma questo già lo sai.

No, non lo so.
Soprattutto con la DS ci ho sempre sguazzato a prendere buche e a fottermene dei dossi artificiali che sono utili solo agli assessori al traffico che hanno preso fior di mazzette per appestarne le strade.
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

RicDyane

#10
Secondo me CX rappresenta la sintesi per l epoca in cui uscì...
La didascalia, insisto, è figlia dello spazio temporale in cui la comunicazione Citroën non poteva citare ne DS ne SM, quindi si puntò tutto su CX. Pure il nome del prototipo Cxeperience... Deriva da tale momento.
Cosa che è stata recentemente rammendata, probabilmente per evidenti necessità dovute al Centenario.
Mi pare fuorviante dire che tutto sia sintetizzato da CX. Citroën ha evoluto la idropneumatica con le idrattive e ci sono stati altri accorgimenti tipo l activa, retrotreno sterzante, volante centrale fisso, eccetera...
Boh, mi pare che sia un tema da cxssisti.



robyazz

#11
Citazione di: MarioCX il 26 Dicembre 2019, 22:19:19
No, non lo so.

Allora meno male che le usi pochino. Non credo sia così poco intuitivo il concetto che dei colpi sulle ruote (e a tutto ciò che vi è connesso) non possano fare granchè bene alla vettura, idro o non idro, assorbimento o meno. Poi, come sempre, ognuno agisce come meglio gli aggrada.
BLOCCO EURO 0, IMBROGLIO VERO

Citroen C5 Break 2.0 i 16V Exclusive Automatic GPL 2006 / D Super5 GPL 1974 / Jaguar S-Type 3.0 V6 2000

MarioCX

Citazione di: robyazz il 26 Dicembre 2019, 23:09:02
Allora meno male che le usi pochino. Non credo sia così poco intuitivo il concetto che dei colpi sulle ruote (e a tutto ciò che vi è connesso) non possano fare granchè bene alla vettura, idro o non idro, assorbimento o meno. Poi, come sempre, ognuno agisce come meglio gli aggrada.


Tieni conto che sulla DS è tutto straordinariamente sovradimensionato, proprio per permettere l'utilizzo delle idro in modo indolore per gli organi meccanici.
Se uno non può beneficiare delle idro per timore di rompere qualcosa allora dov'è il vantaggio?
Sulla CX non ne ho la certezza, ma uso in quel modo di più la DS.

Citazione di: RicDyane il 26 Dicembre 2019, 22:44:28
Secondo me CX rappresenta la sintesi per l epoca in cui uscì...

Beh..ovvio, non poteva sintetizzare istanze ancora di là da venire.
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

robyazz

#13
Citazione di: MarioCX il 26 Dicembre 2019, 23:34:34
Se uno non può beneficiare delle idro per timore di rompere qualcosa allora dov'è il vantaggio?

A mio parere il vantaggio delle idro lo si gode maggiormente in stato di marcia, o di viaggio, che dir si voglia. Non credo proprio siano state progettate per non rallentare sui dossi o nelle buche, ma per garantire comfort di marcia in senso generale.
La morbidezza dell'incedere evita mal di schiena, la sensazione di mancanza di attrito, simile allo spostarsi su una nuvoletta, evita la stanchezza derivante della percorrenza dei chilometri, la maggiore stabilità e tenuta di strada è garantita da un sistema che ripartisce e regola il funzionamento delle ammortizzazioni di ciascuna ruota, non parliamo poi delle possibilità fornite dalle diverse altezze di marcia selezionabili e dell'autolivellamento in base al peso caricato. Le versioni idrattive modificano inoltre automaticamente l'assetto in base allo stile di guida.

Mi pare molto riduttivo, quindi, considerare come unico vantaggio delle idro la possibilità di non rallentare su buche e dossi. E, insisto, per quanto possano essere sovradimensionati gli organi della DS, il prendere ostacoli senza alcun riguardo, alla lunga qualche danno lo provoca senza ombra di dubbio, fossero anche solo le vibrazioni sui supporti motore (punto non certo di forza della CX, per esempio).

Alla fine, ripeto, ognuno si regola come preferisce, sto solo discutendo il concetto che il vantaggio delle idro sia solo quello da te indicato o che questo tipo di utilizzo non danneggi alla lunga la vettura.   

p.s. specifico comunque che anche con la C6, con opportuno rallentamento, che appunto male non fa, l'assorbimento di dossi/buche, rimane sempre decisamente superiore a qualsiasi altro mollone. Meno morbido delle classiche idropneumatiche senza dubbio, anche per questioni di peso e di misura dei cerchi, ma sempre di livello superiore. E quel che in questi casi si perde, viene ampiamente ripagato in tutte le altre situazioni, dove la sofisticatezza e precisione dell'impianto, fa davvero la differenza. 
BLOCCO EURO 0, IMBROGLIO VERO

Citroen C5 Break 2.0 i 16V Exclusive Automatic GPL 2006 / D Super5 GPL 1974 / Jaguar S-Type 3.0 V6 2000

MarioCX

Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 360 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima

SMF spam blocked by CleanTalk