Autore Topic: Le Derivate dalla Traction Avant  (Letto 684 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ubanifo

Il fatto che auto di marche diverse abbiano particolari della meccanica e della carrozzeria in comune, è da tempo una cosa abbastanza diffusa che risponde ad esigenze di economie di scala e razionalizzazione produttiva. Del tutto inusuale era questa pratica negli anni 30/40 quando per esempio la Citroen decise di mettere a disposizione di altre case automobilistiche francesi la monoscocca della sua Traction Avant.
Nella fattispecie le due marche "Corre La Licorne" e "Delage" utilizzarono le scocche delle 7 e 11 CV adattandole a loro telai, anche se i risultati in entrambi i casi furono decisamente inferiori alle aspettative.
CORRE LA LICORNE dai rispettivi nomi dei suoi due fondatori e conosciuta più semplicemente come Licorne, era una casa automobilistica di grandi tradizioni, nata nei primissimi anni del 900. Per quanto ci interessa va detto che nel 1937 nell'ottica di un rinnovamento della sua produzione piuttosto datata, la casa adattò ad un suo telaio la scocca della 7/11 légère, ed il nuovo modello venne battezzato "Rivoli", mentre un secondo modello basato sulla scocca della 11 Normale, prese il nome di "Normandie".
Ben inteso la parte meccanica era quella di produzione Licorne con trazione posteriore, sospensioni anteriori a ruote indipendenti, ammortizzatori a frizione e freni meccanici. Dal 1938 anche i motori furono sostituiti con quelli Citroen da 7cv di 1628 cc e 11cv di 1911 cc per cui la simbiosi a questo punto fu pressoché totale.
L'elemento distintivo più marcato era la calandra che rimase quella tradizionale della casa, mentre i parafanghi profilati in modo leggermente diverso erano raccordati tra loro dalle tradizionali pedane.




free image hosting



upload pic





image upload
Dopo la guerra la Licorne non ripropose più questi modelli su base Citroen e chiuse definitivamente i battenti nel 1950.

Anche DELAGE che nel 1935 era stata assorbita dalla Delahaye, decise di acquistare delle scocche TA per adattarle al telaio di uno dei suoi ultimi modelli a 4 cilindri denominato DI 12. Questa nuova Citroen Delage, lanciata nel 1936, era una berlina a trazione posteriore con freni meccanici, sospensioni anteriori a ruote indipendenti e posteriori ad assale rigido, mentre il motore Delage 4 cilindri erogava 45 cv con un cambio a 4 marce.
La vettura non ebbe successo perché era molto simile alla Traction senza esserlo però nella vera sostanza, né per altro l'immagine del brand Delage si ritenne, a torto o ragione,  fosse idoneo ad accostarsi a quello Citroen (vedi il caso Simca-Talbot di molti anni dopo).
La produzione si interruppe quindi poco meno di un anno dopo nel 1937 e non superò le 500 unità. 





A queste due vere e proprie derivazioni, si aggiunsero per tutto il periodo di vita della Traction e segnatamente negli anni 50, innumerevoli trasformazioni ed allestimenti speciali realizzati da carrozzieri che ne modificarono, in maniera a volte discutibile, la linea e l'estetica. Le più note tra queste furono la MR di Marius Renard, la Splendilux della TAI e la LM.

 







image uploader
 
The following users thanked this post: fmiglius
 
The following users thanked this post: fmiglius

Offline francygalle

Grazie,  la storia di queste auto è  sempre molto interessante!

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 163cv Executive / Citroën C4 1.6 16v Elegance 5p / Citroën Xantia 2.0 HDi Activa
  

Offline mickey

Verissimo, grazie Uban. :yes: [A;flex]
Mi sto appassionando molto a questa produzione di Citroen, che onestamente ho sempre un po' trascurato per CX, DS, SM, 2CV etc...

Ma la TA è indubbiamente una vettura affascinantissima, la sto scoprendo giorno dopo giorno.
 [:hello]




  

Offline RicDyane

La Marius Renard mi pare strizzi l'occhio alle BMW...
« Ultima modifica: 29 Marzo 2017, 22:19:23 da RicDyane »