Autore Topic: acquisto e viaggio di una visa cabrio  (Letto 1227 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline gian

  • Citro-novice
  • **
  • Post: 25
  • Sono nuovo
  • Nome: gian
doveva essere il 2005, fine novembre, quando, presi accordi telefonici, andai a Como in treno per visionare, e al 99 per 100 acquistare, la mia prima visa cabrio.
auto vissutella, ma marciante e a prezzo basso.
arrivai, salii in macchina col mio venditore e feci un giretto. tutto andava discretamente, ma, smaltito il calore accumulato nel vagone per cinque ore, mi resi conto che l'abitacolo era gelato.
il riscaldamento non andava e c'erano +4 gradi.
300 e passa km fino alla mia casa in toscana. che fare? altre 5 ore di treno? soffrire il gelo?
una riduzione di prezzo mi decise per la seconda ipotesi.
soffrii in silenzio, nel mio giaccone invernale e cappellino da sci, fino a milano, (mai visto un novembre così siberiano, ci saranno ormai stati zero gradi)poi convinto dagli spifferi sempre più insopportabili, mi fermai alla ricerca di materiale da usare da isolante. scorsi un tappetino tipo scendiletto nel baule.
me lo avvolsi intorno alle gambe e ripartii. negozi ormai chiusi, niente da comprare per imbottirsi meglio.
semiassiderato mi fermai all'autogrill prima di fornovo taro, sulla cisa, mi bevvi un tè bollente e frugai di nuovo nel baule.
ci rimaneva il persenning della capote.
avvolsi anche quello intorno alle gambe, facendo spuntare solo le scarpe e le caviglie, purtroppo necessarie alla guida.
verso mezzanotte fui a casa.
devo decidermi ancora a risolvere questo noioso problema  :sleepy: