Autore Topic: dubbio e disinformazione...  (Letto 4341 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline bibbuccio

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 434
Ciao a tutti....
come da titolo topic, lascio evincere che sono completamente a digiuno riguardo le Panhard-Levassor, e avevo da porvi una domanda in merito:

Cosa centrano queste automobili in mezzo alle nostre bene amate citroen ?
hanno qualcosa in comune o qualcosa a che fare, a parte il fatto che sono francesi ??

me lo sono sempre chiesto ma non l'ho mai domandato...qualcuno mi illumina cortesemente ????
Grazie ^__^

Fabrizio
Xantia 2.0 HDI
ZX 1.8 chiusa in garage in attesa che diventa ventenne... ( fra 2 mesi )

FABRIZIO

fabriziomartinangeli@hotmail.com
  

Offline vercesi

questa gloriosa casa francese,molto innovatrice ,sia come tecnica ,sia come stile ,fu acquisita dalla citroen negli anni 60 credo,nell ottica di un ampliamento di gamma della maison  voluto da pierre bercot pdg di citroen,assieme alla maserati in italia ,e al progetto comotor con nsu .magari ho detto inesattezze,correggete pure [dispett]
  

Offline bibbuccio

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 434
questa gloriosa casa francese,molto innovatrice ,sia come tecnica ,sia come stile ,fu acquisita dalla citroen negli anni 60 credo,nell ottica di un ampliamento di gamma della maison  voluto da pierre bercot pdg di citroen,assieme alla maserati in italia ,e al progetto comotor con nsu .magari ho detto inesattezze,correggete pure [dispett]

Grazie  ^__^
attendo anche risposte più dettagliate se qualcuno ne sà di più...
Xantia 2.0 HDI
ZX 1.8 chiusa in garage in attesa che diventa ventenne... ( fra 2 mesi )

FABRIZIO

fabriziomartinangeli@hotmail.com
  

Offline robyazz

BLOCCO EURO 0, IMBROGLIO VERO

Citroen CX 2.5 i Prestige Automatic 1985 / Citroen C6 2.7 V6 Bi-Turbo 24V HDi FAP Exclusive 2006 / Citroen C5 Break 2.0 i 16V Exclusive Automatic GPL 2006 / D Super5 GPL 1974
  

Offline bibbuccio

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 434
http://it.wikipedia.org/wiki/Panhard_24
Grazie Roby ^_^

azzzz....dopo aver letto tutto, mi viene da dire che mamma Citroen è stata un pò cattiva... [scapp]

chissà come sarebbero state le sorti della Panhard, se avesse potuto produrre il modello che mamma Citroen gli bocciò per paura di un'eventuale concorrenza nei confronti della Citroen ID...
Xantia 2.0 HDI
ZX 1.8 chiusa in garage in attesa che diventa ventenne... ( fra 2 mesi )

FABRIZIO

fabriziomartinangeli@hotmail.com
  

Offline Martini

Non mi risulta nulla su nessun modello Panhard "boccaito" da Citroën: l'ultima Panhard fu la 24 ed il modello successivo passato dai tavoli da disegno della PL fu... la Dyane!

Quel che determinò la chiusura di Panhard erano i prezzi di listino dei suoi (ottimi) prodotti: cifre che viaggiavano sull'80% in più della concorrenza e che furono la causa dell'insuccesso delle 24.

Citroën, anzi, si impegnò a vendere i prodotti PL tramite la propria rete in Francia e all'estero, Italia inclusa, ma le cifre di produzione non giustificavano più i costi delle linee di montaggio e Citroën sfruttò gli impianti Panhard per produrre modelli più remunerativi: il disegno della Dyane, come dicevo, fu opera di Louis Bionnier, lo stilista autore -tra l'altro- delle 24, ed i primi esemplari di quel modello furono assemblati proprio dalle fabbriche Panhard.
«Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.» W. Allen
  

Offline bibbuccio

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 434
Non mi risulta nulla su nessun modello Panhard "boccaito" da Citroën: l'ultima Panhard fu la 24 ed il modello successivo passato dai tavoli da disegno della PL fu... la Dyane!

Quel che determinò la chiusura di Panhard erano i prezzi di listino dei suoi (ottimi) prodotti: cifre che viaggiavano sull'80% in più della concorrenza e che furono la causa dell'insuccesso delle 24.

Citroën, anzi, si impegnò a vendere i prodotti PL tramite la propria rete in Francia e all'estero, Italia inclusa, ma le cifre di produzione non giustificavano più i costi delle linee di montaggio e Citroën sfruttò gli impianti Panhard per produrre modelli più remunerativi: il disegno della Dyane, come dicevo, fu opera di Louis Bionnier, lo stilista autore -tra l'altro- delle 24, ed i primi esemplari di quel modello furono assemblati proprio dalle fabbriche Panhard.

non sò che dirti in merito....come ripeto, sono ignorante in materia PL.....
secondo wikipedia la citroen le bocciò il progetto per paura di un'eventuale concorenza alla ID/DS....
ma è solo ciò che ho letto....poi la verità la sanno solo coloro che hanno vissuto in quell'era dentro gli uffici di amministrazione o ai piani alti, dove venivano prese e dettate le decisioni sul da farsi...

spesso capita che le notizie ufficiali, sono costruite a tavolino dai " cervelloni " delle aziende....e a noi ci fanno credere un pò quello che vogliono loro, in quanto non siamo li presenti e non possiamo smentire la loro versione....

chissà se anche mamma citroen ha rilasciato delle affermazioni che corrispondono a verità riguardo la PL, oppure se eventuali affermazioni o comunicati stampa che ha rilasciato sono verità di comodo...
bah...mistero della fede  [badPC]
Xantia 2.0 HDI
ZX 1.8 chiusa in garage in attesa che diventa ventenne... ( fra 2 mesi )

FABRIZIO

fabriziomartinangeli@hotmail.com
  

Offline manug75

  • Commissione Tecnica
  • Citro-passionné
  • *****
  • Post: 542
  • Nome: Emanuele
Secondo il mio punto di vista, con il "prodotto Panhard" la Citroen avrebbe potuto benissimo incunearsi in segmenti di mercato che prima di allora non aveva mai occupato.
Mi riferisco, ad esempio, al segmento delle piccole sportive di bassa cilindrata. Avrebbe sfruttato al meglio le conoscenze importate dallo storico marchio.
Peccato sia finita così ... :(
 [:wave]