Autore Topic: Dyane - Sostituzione paraspifferi delle prese d'aria  (Letto 784 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Sam

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 100
salve a tutti!   [:hello]
Spiego anche qui come sono riuscito a "sostituire" le spugne "paraspifferi" delle prese d'aria laterali che si erano letteralmente decomposte creando una corrente d'aria durante la marcia...

Materiale:

-feltro (2,50 euro);
-colla rapida per tessuti (1,00 euro).

entrambi reperibili in ogni merceria...

Attrezzi:

-cacciavite a croce;
-cacciavite piatto;
-chiave da 8;
-taglierino o forbici;
-metro.
....e pazienza...   [like]
 
premetto che è un lavoretto davvero semplice che richiede poco tempo e un po' di manualità.. dunque alla portata di tutti..

La prima cosa da fare è quella di smontare l'intero cruscotto svitando le 4 viti a croce superiori e le 2 inferiori..





e subito vien giù..

procedere allo smontaggio delle due alette interne movibili svitando il bullone con la chiave da 8..





poi rimuovere il perno dall'interno liberando le alette..
fare attenzione alle piccole rondelle in plastica poste tra le alette.





sul lato opposto c'è invece una clip che è possibile togliere con un cacciavite piatto..







e rimuovere il perno...



adesso le alette saranno libere.. per poterle rimuovere c'è bisogno di smontare l'intero convogliatore dell'aria.. ma non c'è bisogno si riesce anche così..



approfittarne per dare una bella ripulita.. in modo da far aderire al meglio i materiali utilizzati..



terminata la parte pratica, avviare la parte tecnica...
disegnare su un foglio il profilo del nuovo feltro..



la misura è riportata accanto.. un'unità corrisponde a 0,5 cm ..
ritagliare il foglio ottenendo un profilo da andare ad appoggiare sul feltro..



poi andare a ricalcare i bordi con un pennarello o una matita chiara..



ritagliare le forme ottenendo..


 
Non si faccia caso all'imprecisione ma non ho la mano ferma  :gum:

prendere la colla per tessuti..



cospargere di colla i bordi.. (non metteteci troppo tempo perchè è a presa rapida, quindi si potrebbe seccare velocemente)



e infilare all'interno del convogliatore..



Come si può notare le misure del profilo in feltro sono abbondanti, non è frutto di errore ma di una constatazione, ossia che chiudendo entrambe le alette, o tutte in basso o tutte in alto, non si ottiene una tenuta stagna per via forse dell'età delle plastiche che hanno subito deformazioni e usura o per fabbricazione; per questo gli spifferi permangono. In questo modo, invece, quella leggera sporgenza del feltro va a coprire il punto di congiunzione delle alette eliminando ogni ingresso d'aria.

procedere il più veloce possibile a rimettere i perni che fissano le alette in modo che esse vadano a premere contro i profili in feltro che così saranno solidali alla struttura..

e rimontare il cruscotto
 


spero di essere stato chiaro.. con una spesa minima si ha un risultato bello e funzionale..

A distanza di un anno e oltre 13.000 km in ogni condizione fanno il loro dovere tenendomi al caldo d'inverno.

 [:hello]
« Ultima modifica: 17 Dicembre 2017, 17:47:51 da Sam »
teoria freuDYANE
 

Offline double chevrons

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 185
  • xb 11 calanque w 126 280 se 176 55sx
  • Nome: MARCO
bellissimo e dettagliato topic . Complimenti per la manualità!!! anche io sono sempre alla ricerca di rumori e sistemi per l'assoluta perfezione, anche se delle volte bisogna giungere a compromessi.  Purtroppo se tutte le auto potessero dormire in box ed al lavoro in ombra , non si lesserebbero tutti i cruscotti, ed il divieto di oscurare i vetri ant e lat ant sarebbe da abolire, cucinando anche volanti e strumenti.
HENRY FORD:  MENO COMPONENTI COSTRUISCONO UN'AUTO,MENO COSE SI ROMPONO........NON E' IL CASO DELLE NOSTRE IDRO!!!
 

Offline Sam

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 100
Grazie per i complimenti!!  [A;flex]

La capisco bene, usando quotidianamente come unica auto la mia Dayana, anche io ho dovuto risolvere alcuni problemi trovando dei compromessi che talvolta si rendono necessari..

Anche la mia piccola purtroppo dorme fuori sotto un piccolo riparo ma comunque esposta alle intemperie. Però ho trovato una bella soluzione che almeno la preserva un po', ossia quello di metterla in un punto molto ventilato. Abito in aperta campagna in pianura ma nel punto più alto della zona e quindi maggiormente esposto ai venti. Così la metto sempre nel punto in cui soffiano solitamente i venti che così la tengono bella asciutta anche dopo aver camminato sotto il temporale. Infatti non è mai umida sia esternamente che internamente. 
teoria freuDYANE
 

Offline Martini

  • Commissione Tecnica
  • Citro-fanatique!
  • *
  • Post: 6012
    • Centro Documentazione Storica Citroën
  • Nome: Maurizio
Per i più pigri, esiste anche un apposito kit di isolanti già tagliati a misura. Mi pare costi sui 5 euro, l'ho sempre visto nei banchini dei ricambi ai raduni 2CV.
Il tutorial di SAM, per tutto il resto resta completamente valido (Bravò).
«Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.» W. Allen
 

Offline Sam

  • Citro-amateur
  • **
  • Post: 100
Per i più pigri, esiste anche un apposito kit di isolanti già tagliati a misura. Mi pare costi sui 5 euro, l'ho sempre visto nei banchini dei ricambi ai raduni 2CV.
Il tutorial di SAM, per tutto il resto resta completamente valido (Bravò).

Grazieee!!!! :D
teoria freuDYANE